Nuova direttiva UE contro il greenwashing

Nuova direttiva UE contro il greenwashing

Il 17 gennaio 2024, è stata approvata una nuova direttiva UE contro il greenwashing e le informazioni ingannevoli ai consumatori. Questa direttiva, che sarà ora negoziata con i governi degli Stati membri, è una grande vittoria per i consumatori e l’ambiente.
Il greenwashing è una pratica commerciale ingannevole che consiste nel presentare un prodotto o un servizio come più ecologico di quanto non sia in realtà. Questa pratica è sempre più diffusa, soprattutto nel settore della plastica riciclata.

 

La nuova direttiva UE contro il greenwashing, vieta l’uso di termini generici come “ecologico”, “verde”, “naturale”, “biodegradabile”, “impatto climatico zero” o “eco” senza che siano supportati da prove scientifiche. Inoltre, vieta le dichiarazioni infondate sulla durata, riparabilità e compostabilità dei prodotti.

 

Questa direttiva è un passo importante verso una maggiore trasparenza e una maggiore tutela dei consumatori. Inoltre, li aiuterà, a fare scelte di acquisto più consapevoli e sostenibili, e contribuirà a ridurre l’impatto ambientale dei prodotti.

 

Per un’azienda che produce granuli di plastica riciclata, come Agricola Imballaggi, questa direttiva è una grande opportunità. La nostra azienda è impegnata nella produzione di prodotti sostenibili, e la nuova direttiva ci aiuterà a comunicare in modo più chiaro e trasparente le nostre caratteristiche ambientali.

In particolare, la nuova direttiva ci consentirà di:

  • • Utilizzare un linguaggio più preciso e accurato per descrivere le nostre caratteristiche ambientali;
  • • Fornire ai consumatori informazioni più complete e aggiornate sui nostri prodotti;
  • • Incoraggiare i consumatori a fare scelte di acquisto più sostenibili.è s
081 515 2666